Sul divenire-animale di Deleuze: un’introduzione

Il concetto di divenire-animale viene elaborato da Gilles Deleuze nella terza fase della sua produzione filosofica, quella che risale al periodo del sodalizio con Félix Guattari, avviato dopo la pubblicazione delle due grandi opere filosofiche di Deleuze, entrambe alla fine degli anni ‘60, vale a dire Differenza e ripetizione e…

[continua]

Sull’ontologia del presente, a partire da Foucault

All’inizio della lezione inaugurale del corso del 1982-1983 sul Governo di sé e degli altri, Michel Foucault ripensa retrospettivamente tutto il suo percorso intellettuale, mostrando in che cosa la metodologia che egli chiama «storia del pensiero» ovvero il tipo di analisi da lui praticata,…

La potentia agendi del tempo: una questione pragmaticista

Indagare la temporalità in ottica pragmatista significa chiedersi non cosa sia il tempo, ma quali sono i suoi effetti sui nostri abiti logico-etici di condotta. Qual è la potentia agendi del tempo? Come scrive il grande filosofo americano, padre del pragmatismo, Charles Sanders Peirce: Nel presente non…

L’invenzione dello Stato

Quella di “Stato” è una categoria culturale consolidata, attorno a cui è imperniata la stessa nozione di Occidente. Identificare lo stato-nazione come contenitore concettuale, materiale e socio politico non è solo un processo sostanzialmente immediato nella mente di ogni persona correttamente…

Uno sguardo nuovo

Oggi, 15 ottobre 2023, ricorrono cent’anni dalla nascita di Italo Calvino. Non è quindi un caso che questa sia anche la data che abbiamo scelto per l’inaugurazione di Rivista Palomar, nuovo magazine online di filosofia che al romanzo di Calvino…

Fare i conti con il trauma: la guerra secondo Freud

Nel tentativo costante di afferrare i lineamenti del tempo presente si corre spesso il rischio di affogare nella quotidianità. Un’attenzione eccessivamente incentrata sul “fatto”, sulla “breaking news” e sulla “notizia shock” può spesso portarci a confondere il fondamentale con l’effimero,…